Wout Poels vede opportunità sull’Etna siciliano | 1Limburgo

Wout Poels de Blitterswijck si è goduto le tappe ungheresi, ma ora si sta concentrando sulla prima tappa di montagna di martedì con l’arrivo sull’Etna. “Sarebbe carino, ma ovviamente devo anche pensare un po’ a Mikel Landa”. Lo spagnolo è il leader di Poels al Giro d’Italia.

Wout Poels è attualmente 41° al Giro, un buon minuto dietro a Mathieu van der Poel, che indossa la maglia rosa.

Campeggio
Poels ha fatto “un viaggio nella memoria” durante le tappe ungheresi. “Ci andavamo spesso in vacanza qui. Mio fratello ci ha mandato la foto di un campeggio dove abbiamo trascorso la prima giornata del Giro”. Tuttavia, Poels è felice quando sbarca in Sicilia lunedì. “Il Giro appartiene semplicemente all’Italia. Apprezzo le persone entusiaste”.

etna
La prima tappa seria di montagna è già martedì, quando il gruppo scala la montagna vulcanica, l’Etna. Questa volta saliranno il versante che termina al Rifugio Sapienza, una salita di 22,8 chilometri con una media del 6,5%. “Le carte sono subito in tavola laggiù. Probabilmente avrò delle occasioni, ma non so se è martedì”.

Jos van Emden
L’atmosfera all’interno del team Jumbo-Visma è rilassata. Così dice Jos van Emden, che vive a Lanaken. La squadra ha un uomo tra i primi tre con Tom Dumoulin. È chiaro a Van Emden se possiamo aspettarci qualcosa da Dumoulin in montagna. “Deve davvero mostrarlo”. Lunedì il gruppo volerà in Sicilia per due tappe. Nella tappa successiva, il Giro arriva nell’Italia continentale. La corsa inizia nel profondo sud e termina dopo 192 chilometri a Scalea.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.