Voci sospette non aggiustate nei risultati dell’Eurovision

Senza nominare i paesi coinvolti, l’EBU ha riferito sabato sera quando sono stati annunciati i punti per la finale che “modelli sospetti” erano stati rilevati nella distribuzione dei punti della giuria nella seconda semifinale. I punti di queste nazioni sono stati quindi ricalcolati per la semifinale e la finale. L’EBU ha considerato i punti dati dai paesi vicini.

L’organizzazione ombrello di Eurovision ora indica che riguarda Azerbaigian, Georgia, Montenegro, Polonia, Romania e San Marino. Quattro delle sei giurie avevano piazzato gli altri cinque paesi tra i primi cinque e gli altri due tra i primi sei o i primi sette. ultimi sei.

I paesi interessati avevano chiesto chiarimenti nei giorni scorsi. Tuttavia, a causa della portata “senza precedenti” delle irregolarità, l’EBU si attiene alla precedente decisione di ritirare i punti dei giudici da quei paesi e di non includerli nella finale. L’EBU definisce “l’integrità del processo di voto essenziale per il successo” dell’Eurovision Song Contest.

Tra i tre paesi interessati, Azerbaigian, Polonia e Romania hanno raggiunto la finale. La Polonia ha concluso al dodicesimo posto come la migliore, appena sotto l’ingresso olandese S10. L’Ucraina ha vinto il concorso canoro. Kalush Orchestra ha ottenuto non meno di 631 punti con la canzone “Stefania”, 165 in più del cantante britannico Sam Ryder.

Fiorello Venturi

"Guru di zombi estremo. Amante del web. Appassionato fanatico della birra. Organizzatore sottilmente affascinante. Tipico ninja del caffè."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.