Un neonato in Italia non riceve più automaticamente il nome del padre

Finora, la pratica era che ai bambini veniva assegnato automaticamente il cognome del padre quando questi riconosceva il neonato. La Corte ora definisce questo “illegittimo dalla Costituzione” e contrario alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. I genitori possono ora scegliere di utilizzare entrambi i cognomi o scegliere uno dei due.

Solo il nome della madre

Già da diversi anni era possibile aggiungere il nome della madre al cognome su richiesta, ma veniva sempre inserito per ultimo. Questo ora può essere fatto anche al contrario, se i genitori scelgono il cognome per entrambi. Questa è la prima volta che si può scegliere solo il cognome della donna.

Se i genitori non optano esplicitamente per un cognome, un bambino riceverà ora automaticamente un doppio cognome.

Uno dei casi esaminati dalla Corte ha coinvolto una famiglia con tre figli nel comune di Potenza, scrive Il New York Times† Due figli portavano il cognome della madre, in quanto il padre all’inizio non li riconosceva. Dopo che la coppia si è sposata, hanno avuto un altro figlio, che è stato riconosciuto e quindi ha ricevuto un cognome diverso.

Altri paesi

L’Italia era in ritardo rispetto ad altri paesi europei, come i Paesi Bassi, dove già da tempo era possibile scegliere il cognome della madre. Alla fine dello scorso anno, il ministro uscente Sander Dekker (protezione legale) ha servito a fattura per poter scegliere i due nomi. Lo stesso Dekker non pensava fosse necessario prima.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.