Un istituto sanitario aderisce all’Associazione europea per la valutazione delle tecnologie sanitarie

In primo luogo, lo HAG si concentra principalmente sullo sviluppo di solide basi per plasmare ulteriormente le attività congiunte delle organizzazioni partecipanti. Inoltre, la partnership mira a fornire consulenza ai responsabili politici europei e alle istituzioni e agenzie pertinenti sulla valutazione delle tecnologie sanitarie e sull’ulteriore sviluppo della cooperazione europea in questo settore. dice Tiana van Grinsvenmembro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Superiore di Sanità.

Importanza della cooperazione nella valutazione

“È importante intensificare ulteriormente la cooperazione europea nella valutazione di nuovi trattamenti, farmaci e tecnologie sanitarie”, afferma Van Grinsven. “Possiamo imparare molto gli uni dagli altri, evitare duplicazioni e, attraverso la collaborazione, ridurre i tempi di risposta per le valutazioni delle tecnologie sanitarie. Questo è anche nell’interesse dei Paesi Bassi, che avranno un accesso più rapido a cure, medicinali e innovazioni.

Presidenza

Il gruppo dei Capi delle Agenzie ha nominato il Prof. Rui Santos Ivo (INFARMED, Portogallo eletto presidente, con il professor Dominique Le Guludec (HAS, Francia) e il dottor Trygve Ottersen (NIPH, Norvegia) come vicepresidenti. Le organizzazioni che hanno aderito al gruppo finora includono:

  • AEMPS (Spagna).
  • AIFA (Italia).
  • AGENA (Italia).
  • AIHTA (Austria).
  • INFARMI (Portogallo).
  • KCE (Belgio).
  • NIPH (Norvegia).
  • G-BA (Germania).
  • HA (Francia).
  • HIQA (Irlanda).
  • IQWIG (Germania).
  • FIMEA (Finlandia).
  • NCPE (Irlanda).
  • REDETS (Spagna).
  • RER (Italia).
  • RIZIV-INAMI (Belgio).
  • NOMA (Norvegia).
  • TLV (Svezia).
  • National Institute of Health Care (Paesi Bassi).

Determina l’utilità più velocemente

Zuyderland Hospital, TNO, CBS e l’assicuratore sanitario CZ hanno recentemente pubblicato un progetto pilota che ha dimostrato che è possibile analizzare dati sensibili da più fonti senza condividerli effettivamente. In questo modo, l’utilità delle nuove tecnologie sanitarie e di altre innovazioni sanitarie può essere determinata più rapidamente e queste innovazioni diventano disponibili più rapidamente.

Questo può essere fatto attraverso tecnologie di protezione della privacy (PET) e buoni accordi di cooperazione. In questo modo, le grandi quantità di dati disponibili possono essere utilizzate al massimo per migliorare l’assistenza, senza compromettere la privacy e la riservatezza.

Evento di apertura 2022

Ti piacerebbe partecipare all’evento di apertura ICT&health il 09 maggio 2022? I biglietti sono gratuiti, ma è davvero sparito! Quindi non aspettare oltre e registrati rapidamente.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.