Thymen Arensman decimo nella prima tappa di montagna del Giro: “Non importa molto quello che faccio”

Thymen Arensman decimo nella prima tappa di montagna del Giro: “Non importa molto quello che faccio”

domenica 15 maggio 2022 alle 17:53

Nessun Wilco Kelderman, Tom Dumoulin, Sam Oomen o Bauke Mollema come primo olandese su Blockhaus al Giro d’Italia 2022. Quell’onore è andato al 22enne Thymen Arensman del team DSM. È durato a lungo ed è arrivato decimo a meno di un minuto dal vincitore di tappa Jai ​​Hindley. “Sono qui solo per Romain Bardet”, ripete nel intervista vorticosa

Arensman ha descritto la nona tappa di Blockhaus di questo Giro d’Italia come una corsa estenuante e piccante. “Sono felice che Romain (secondo nella classifica di oggi, ndr) stia facendo così bene. Devo solo seguire e fare ciò di cui ha bisogno. L’obiettivo di oggi era quello di guidare forte, di poter giocare un po’ con diverse carte in classifica. Penso che ci siamo riusciti. »

Uno stoico Arensman non voleva sentire parlare del fatto che lui stesso guida così forte. “Non importa cosa faccio. Spero di essere molto utile a Romain. Questo è il motivo per cui sono qui. Certo, è un bene che mi attenga un po’. Sto banalizzando i miei successi? No sono io. Soprattutto, vedo che Romain sta guidando molto velocemente in salita, il che è molto piacevole.

“Oggi è stato anche un bel test per le settimane a venire”, continua. “Abbiamo visto chi è in forma e chi no. Sono contento che stiamo partecipando un po’ con il team DSM. Il giorno di riposo di lunedì non sarebbe stato così necessario per me. Anche se non mi sentivo bene, non mi sentivo bene oggi a causa del caldo potrebbe andare avanti per un po’ mi sento bene e mi sento anche abbastanza fresco mentalmente è bello perché ci sono ancora settimane difficili a venire.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.