Spar Netherlands vuole raddoppiare la sua rete di distribuzione a 1.000 entro tre anni

I gorilla “non lasciano il Belgio”
Due settimane fa, Gorillas ha annunciato che si sarebbe riorganizzata e si sarebbe concentrata sui suoi quattro principali mercati europei (Germania, Francia, Paesi Bassi e Regno Unito) più gli Stati Uniti. Per gli altri quattro mercati (Belgio, Danimarca, Italia e Spagna) i tedeschi esaminerebbero “tutte le opzioni strategiche”: tutti i seguaci hanno capito che una partenza era imminente, ma la dirigenza ora nega che sia vero. Inizialmente, il quotidiano HLN ha riferito che la direzione aveva confermato il ritiro, citando una mail interna. Tuttavia, altri organi di stampa in seguito hanno riferito che non era stata presa alcuna decisione e che il ritiro era solo uno dei tanti scenari che il consiglio voleva che i sindacati portassero avanti. Secondo la stessa direzione, ora è stato deciso di rimanere in Belgio, ma di chiudere alcune filiali.
Fonte: dettagliodettaglio.eu

Spar Netherlands punta a raddoppiare la propria rete di distribuzione entro tre anni
In occasione del 90° anniversario di Spar, John van der Ent, CEO di Spar Netherlands, ha annunciato i piani di espansione dell’azienda. La visione del rivenditore è di raddoppiare la rete di vendita al dettaglio dagli attuali 455 a 1.000 entro tre anni. La visione di Spar Nederland è quella di essere il re della convenienza nel segmento della vendita al dettaglio, poiché l’aumento del numero di negozi è fondamentale per realizzare questa visione.
Fonte: spar-international.com

Regno Unito: Morrisons aumenta i salari mentre i negozi litigano per il personale
Morrisons sta aumentando gli stipendi del personale del suo negozio mentre i supermercati del Regno Unito si accalcano per il personale in mezzo alla crescente concorrenza nel settore. Morrisons pagherà il suo personale almeno 11,88 € l’ora, rendendolo il supermercato più pagato del Regno Unito alle sue condizioni. Morrisons ha affermato che l’offerta significherebbe un aumento di stipendio per 80.000 dipendenti in tutto il paese.
Fonte: bbc.com

Regno Unito: le pressioni inflazionistiche mettono a dura prova i rapporti tra rivenditore e fornitore
L’inflazione ha indebolito le relazioni tra i rivenditori britannici designati e i loro fornitori, secondo l’indagine di settore del Groceries Code Adjudicator (GCA) 2022. I risultati dell’indagine YouGov mostrano che la pressione derivante dall’aumento dei prezzi ha messo a dura prova il rapporto tra rivenditori e fornitori, dopo due anni di rivenditori e fornitori lavorando a stretto contatto e migliorando la loro relazione, così come i problemi relativi al codice tra i due sono aumentati. Di fronte a queste difficili circostanze, la performance dei distributori è stata contrastante. Aldi torna in testa alla classifica con un punteggio del 98% e un totale di cinque rivenditori hanno migliorato o mantenuto il proprio punteggio nonostante le sfide del settore.
Fonte: gov.uk

Spagna: Caprabo consente ai clienti di utilizzare il proprio imballaggio
Il rivenditore spagnolo Caprabo ha lanciato una nuova iniziativa di approvvigionamento sostenibile consentendo ai clienti di portare il proprio imballaggio da casa per trasportare i propri acquisti. I clienti possono portare a casa i prodotti freschi della pescheria, macelleria e salumeria nella propria confezione. Caprabo, che già autorizza gli acquisti in reti riutilizzabili nel comparto ortofrutticolo della maggior parte dei suoi supermercati, lancerà l’iniziativa nei 137 punti vendita con un comparto fresco.
Fonte: esmmagazine.com

130 milioni di euro di multe inflitte alle catene di supermercati portoghesi
I supermercati Auchan, E. Leclerc, Modelo Continente e Pingo Doce e il fornitore Unilever sono stati multati dall’Autorità garante della concorrenza (AdC) per oltre 130 milioni di euro per un piano di fissazione dei prezzi al consumo. “La conclusione dello studio è stata che i supermercati partecipanti, tramite contatti chi [Unilever] senza dover comunicare direttamente tra loro, hanno assicurato che i prezzi al dettaglio nei loro supermercati fossero allineati. Si tratta di un complotto di tipo cartello noto nella terminologia del diritto della concorrenza come il modello ‘hub-spoke'”, ha affermato l’AdC in una nota. Auchan è stato multato di 16,19 milioni di euro, Modelo Continente 50,8 milioni di euro e Pingo Doce 35,7 milioni di euro Unilever pagherà 26,6 M€ e E.Leclerc 2,9 M€.
Fonte: theportugalnews.com

Teofila Baresi

"Creatore. Secchione della birra sottilmente affascinante. Devoto fanatico degli zombi. Scrittore. Difensore malvagio dei social media."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.