Ricaricare in autostrada? Presto sarà possibile in Italia

Ricordi quell’autostrada a induzione elettrica su cui stavano lavorando gli italiani la scorsa primavera? Ebbene, Stellantis – l’azienda che l’ha inventata – pare sia già nella fase di test dell'”arena del futuro”, anche se non è ancora proprio un’autostrada.

Piuttosto, è un tratto di 1.050 metri alimentato da un sistema DWPT (Dynamic Wireless Power Transfer) da 1 megawatt e connettività 5G. È ancora nelle prime fasi del test. L’obiettivo è quello di diffondere pezzi di queste corsie autostradali induttive in tutto il paese. Simile alla ricarica wireless degli smartphone, Stellantis prevede anche di utilizzare la tecnologia di ricarica induttiva per alimentare i veicoli elettrici parcheggiati e in movimento.

Installando la tecnologia DWPT dell’azienda sotto la carreggiata, il sistema ricarica in modalità wireless tutti i veicoli elettrici utilizzando il ricevitore Stellantis dedicato. Il progetto sta ora passando alla fase 3, dove il sistema di ricarica sarà testato su un circuito chiuso vicino all’autostrada A35 in Italia.

Se Stellantis avrà successo, potremmo avere a che fare con una tecnologia rivoluzionaria che risolve il problema dell’autonomia dei veicoli elettrici. Almeno per quelli compatibili con il sistema Stellantis. “Si tratta di una soluzione rivoluzionaria per fornire una risposta concreta ai problemi di autonomia e ricarica che riguardano i conducenti di veicoli elettrici”, ha affermato Anne-Lise Richard, responsabile della mobilità elettrica globale di Stellantis. “Stiamo giocando un ruolo accelerato nella definizione della mobilità del futuro e in questo senso la tecnologia DWPT sembra allinearsi alla nostra volontà di fornire una risposta concreta alle esigenze dei clienti. La ricarica dei veicoli su strada offre evidenti vantaggi in termini di tempo di ricarica e dimensioni delle batterie.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.