Rapporto VT3 | La P1 di Pérez offre un segnale incoraggiante per Verstappen a Monaco

Sergio Perez è stato il primo a completare la terza prova gratuita a Monaco. Ha battuto Charles Leclerc, Carlos Sainz e Max Verstappen in quest’ordine, regalandogli una grande prova generale per la sessione di qualifiche di oggi. Le qualifiche sono molto importanti nel microstato, quindi spettava alle squadre sfruttare al meglio l’ultima ora prima di questa sessione cruciale.

Questo non si è tradotto immediatamente nell’entusiasmo delle squadre. Mentre una Williams e una Haas erano immediatamente in pista, i top team sono rimasti all’interno. Tra questi top team, la Ferrari è stata la prima a segnalare la striscia morbida. Solo Alexander Albon, Sebastian Vettel, Lance Stroll e Nicholas Latifi hanno trascorso quei primi minuti nella fascia centrale.

Sainz ha spinto per un giro veloce ed è balzato direttamente in cima alla classifica dei tempi. Poco dopo, il suo collega monegasco ha seguito l’esempio e ha scavalcato il compagno di squadra verso la P1. Leclerc ha così strappato la prima posizione allo spagnolo, e ha dovuto mollare solo quando Sergio Pérez ha preso il ritmo. Pérez ha fatto registrare ottimi tempi e ha superato la Ferrari, per poi essere retrocesso a pochi decimi.

Verstappen ha avuto un’ottima fase di apertura con tempi sul giro decenti, ma è stato continuamente messo da parte da Leclerc. Non è riuscito a tenere il passo con la Ferrari per tutta la sessione e ha visto anche il suo compagno di squadra Pérez in piedi davanti a lui per molto tempo. Anche Sainz si è unito ai primi quattro e sembra che avremo una battaglia tra Ferrari e Red Bull Racing.

=https://twitter.com/ScuderiaFerrari/status/1530511596971298821″ data service=”twitter”>

Rapporti Gasly, varie squadre di centrocampo per i punti

Pierre Gasly non si è presentato in testa alla griglia – a metà sessione era un buon secondo dietro a Leclerc – ma ha fatto bene. Il francese, che non è nella forma di cui ha goduto negli ultimi anni ad AlphaTauri, sembra puntare ai punti questo fine settimana. I dati del settore 3 di Barcellona non lasciavano presagire un buon weekend per il team italiano, ma Gasly è pronto a dimostrare il contrario, con un quinto posto in VT3.

Anche Lando Norris, che è ancora malato, è stato veloce. La McLaren può segnare punti a Monaco se Norris si sente abbastanza bene per correre domenica. Altre squadre che potrebbero portare a casa punti a Monaco sono Haas, Mercedes e Alfa Romeo. In effetti, ci mancano solo Alpine, Williams e Aston Martin, che hanno lottato con la forma tutto l’anno.

Scambia un centesimo per Leclerc, Pérez e Sainz

Red Bull e Ferrari hanno utilizzato il tempo rimanente VT3 per esplorare il ritmo delle qualifiche. I quattro piloti hanno continuato a vagare per le strade sempre più avvincenti di Monte Carlo e sono stati apportati miglioramenti ai tempi. Sainz a un certo punto ha preso il primo posto dal collega, dopo di che Leclerc lo ha ripreso.

Ma non licenziare ancora la Red Bull, e non solo il campione del mondo Verstappen. Pérez infatti è riuscito a raggiungere le Ferrari per tutta la sessione, ea cinque minuti dalla fine era addirittura davanti ai due uomini della squadra italiana. Il messicano ha trovato la sua forma nel microstato, una buona notizia per la Red Bull. Una buona qualificazione di Pérez apre porte strategiche. Pérez ha concluso la sessione al primo posto.

Piloti in difficoltà

Alcuni piloti sembrano avere problemi prima delle qualifiche. Ricciardo, Esteban Ocon, Lance Stroll – che ha danneggiato la sua auto nella chicane della piscina, Zhou Guanyu e Nicholas Latifi sono finiti negli ultimi cinque in modo da poter essere eliminati in Q1 proprio così. Da questa lista mancavano Alexander Albon e Mick Schumacher. Troviamo il tedesco in P12 e il Thai in P15.

=https://twitter.com/AlbertFabrega/status/15305223337120067586″ data-service=”twitter”>

Teofila Baresi

"Creatore. Secchione della birra sottilmente affascinante. Devoto fanatico degli zombi. Scrittore. Difensore malvagio dei social media."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.