Peste suina africana in altri 19 suini in Italia

Dopo l’ultima segnalazione di otto cinghiali contagiati dalla peste suina africana il 19 gennaio in Italia, sono stati ritrovati altri 19 cinghiali infetti. In totale sono stati rinvenuti 27 cadaveri di cinghiali infetti nei 114 comuni situati nella zona infetta.

Dalla scoperta del primo cinghiale infetto da peste suina africana, avvenuta il 6 gennaio nel nord Italia, sono stati esaminati per la peste suina africana 149 cadaveri di cinghiale nelle regioni Piemonte e Liguria. Di questi, 101 sono stati trovati in Piemonte e 38 in Liguria, riferisce l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

I cadaveri provengono da tutta la regione, sia dall’area infetta e dalla zona cuscinetto circostante, sia da aree esterne a tale zona cuscinetto.

• Leggi anche: Otto cinghiali contagiati dalla peste suina africana in Italia

Dei 23 cadaveri ritrovati nella zona infetta della Liguria, 13 sono risultati positivi. Dei trenta cadaveri nell’area contaminata del Piemonte, quattordici sono positivi e sedici negativi. Non è stato riscontrato che tutti i cadaveri esaminati finora nella zona cuscinetto e oltre siano stati infettati dalla peste suina africana.

Ampia area infetta

La maggior parte dei cadaveri infetti si trova nei luoghi in cui sono stati trovati i primi cadaveri infetti. Ma almeno un cadavere è stato ritrovato anche vicino a Genova, sulla costa. L’area in cui sono stati trovati i cinghiali infettati dalla peste suina africana misura circa 30 per 30 chilometri. La superficie totale infetta stabilita dagli italiani è di circa 50 per 50 chilometri.

Rosalva Milani

"Professionista di Twitter. Evangelista della birra. Giocatore freelance. Introverso. Appassionato di bacon. Webaholic."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.