Pagare la formazione, tutte le vacanze; ma vincere il campionato europeo di bowling compensa tutto

E poi Van Weeren non parla nemmeno dei soldi che lui e i suoi compagni di squadra hanno investito nel loro sport. Perché il bowling di alto livello è costoso, molto costoso. “Gioco sei o sette tornei internazionali all’anno ed è molto costoso. Una volta sono arrivato secondo in Norvegia e ho preso 2.500 euro. Ma anche l’intero viaggio è costato quasi 2.000 euro”.

Le palline utilizzate sono molto più sofisticate di quelle utilizzate dagli utenti ricreativi nel bowling medio. Per un pallone da gara, devi già depositare 250 euro. Van Weeren ne possiede una trentina.

Anche prima dell’allenamento, il portafoglio deve essere coinvolto. In Olanda, i giocatori pagano per ogni ora che si allenano, perché lo fanno solo con un operatore commerciale.

Tutti questi costi sono compensati dalle basse entrate derivanti dalla sponsorizzazione o dal sostegno finanziario del NOC*NSF. Solo negli Stati Uniti puoi davvero guadagnare molto attraverso lo sport.

In famiglia

Il bowling quindi richiede molto, ma Van Weeren non potrebbe farne a meno. Si è innamorato dello sport in tenera età. “Da junior ho partecipato a un torneo senior a cui non potevo nemmeno partecipare. E ho vinto. L’allenatore della nazionale delle giovanili mi ha visto lì e mi ha consigliato di iniziare più partite”.

“Il bowling è comune nella mia famiglia, lo fanno anche mia sorella e mia madre. C’è così tanto dentro. È un gioco molto mentale: se la tua testa non è al posto giusto, neanche la tua esecuzione non è buona”.

Fausto Romano

"Pensatore sottilmente affascinante. Organizzatore. Creatore. Devoto fanatico degli zombi. Guru del Web. Comunicatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.