Notevole: Groupama-FDJ cambia hotel dopo una notte rotta al Giro

Il giorno di riposo del Giro d’Italia 2022 non poteva arrivare in un momento migliore per Groupama-FDJ. La squadra francese è arrivata in hotel dopo la difficile tappa in montagna di Cogne e un lungo viaggio, ma sembrava che ci fossero un bel po’ di cose che non andavano. I corridori non hanno strizzato l’occhio a tutti. Lunedì mattina il team e l’organizzatore RCS stavano cercando una soluzione. E fortunatamente è stato trovato, dice Ramon Sinkeldam CiclismoFlash

“Abbiamo passato una notte di merda”, il 33enne North Hollander non è sincero. “Un hotel anormalmente pessimo! Nessuno di noi ha dormito, c’erano 35 gradi Celsius in tutte le stanze. Fortunatamente, ci siamo già passati, quindi la squadra non sta rendendo difficile fare tutto il possibile per cercare qualcos’altro. Lunedì pomeriggio ci siamo trasferiti con il gruppo di corridori in un altro albergo, anche grazie all’organizzazione del Giro RCS. Dopo il trasloco, abbiamo potuto fare un pisolino pomeridiano, con l’aria condizionata. Alla fine è andato tutto bene, ma questo riposino pomeridiano è stato assolutamente necessario.

“Non esagero: abbiamo dormito davvero molto male per via del caldo. Tutti”, continua. “Siamo stati sotto una doccia fredda diverse volte, cose del genere. Non è un bene per la tua guarigione, ma fortunatamente abbiamo avuto un giorno di riposo. L’ho già sperimentato una volta e il giorno dopo sono stato deragliato. È stato dopo la gara di Rodez nel Tour de France 2015 che ha vinto Greg Van Avermaet. Sono stato in testa tutto il giorno, super caldo quel giorno. Siamo arrivati ​​all’hotel in seguito ed ero abbastanza inesperto da dare la priorità a un massaggio in una stanza a 35 gradi; sudando come una lontra.

Sinkeldam si ammalò il giorno successivo e riuscì a portare a casa la sua valigia. Coincidenza o meno, due anni dopo ci fu un altro arrivo a Rodez. Indovina in quale hotel soggiornò l’allora pilota del Team Sunweb. “Anche in quel momento ero in testa tutto il giorno, davanti a Michael Matthews. Vinse anche quel giorno, ancora in calore. Ma ora che conoscevamo questo hotel, abbiamo portato i nostri materassi, l’aria condizionata mobile e il nostro chef: completamente guariti il ​​giorno successivo, fantastico. È così importante in un giro importante che tu recuperi bene. Comunque, fortunatamente siamo riusciti a recuperare un po’ di sonno ieri pomeriggio.

Démare ha già vinto tre volte questo Giro con l’hangar di Sinkeldam – foto: Cor Vos

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.