Monkeypox sta spuntando in tutta Europa: “Niente panico, sii vigile”

Il 7 maggio è stato scoperto il primo caso del virus, che normalmente si trova solo in Africa, in una persona in viaggio dalla Nigeria al Regno Unito.

Monkeypox si sta ora diffondendo come una marea nera in tutta Europa: in particolare in Portogallo (23), Spagna (21) e Regno Unito (20). Tuttavia, diversi casi sono stati confermati anche in Belgio (2), Germania (1), Francia (1), Italia (3) e Svezia (1).

Tuttavia, il numero dei contagi è relativamente basso perché il virus si diffonde molto meno rapidamente rispetto, ad esempio, al coronavirus: questo in realtà avviene solo attraverso le goccioline respiratorie. I paesi stanno ora adottando misure per contenere il virus.

Il Regno Unito è “in allerta”

“Non c’è ancora panico, ma gli operatori sanitari sono in allerta”, spiega la corrispondente Anne Saenen. Le autorità britanniche stanno ora offrendo il regolare vaccino contro il vaiolo agli operatori sanitari e ad altri che potrebbero essere entrati in contatto con una persona infetta. Il vaccino funziona anche parzialmente contro il vaiolo delle scimmie.

Il governo britannico sta quindi acquistando ulteriori vaccini contro il vaiolo, ma non è ancora chiaro quante dosi e come verranno esattamente distribuite, secondo Saenen. “In alcune zone di Londra dove vivono molti migranti africani, i vaccini contro la tubercolosi vengono già somministrati. Posso immaginare che offriranno anche il vaccino contro il vaiolo in quelle aree”.

Nel Regno Unito, sono principalmente uomini o uomini gay o bisessuali che affermano di aver avuto rapporti sessuali con altri uomini che contraggono il vaiolo delle scimmie. “Posso immaginare che mostreranno anche poster e informazioni sul vaiolo delle scimmie nelle cliniche di educazione sessuale”.

Tre casi in una mattina in Spagna

Sebbene i numeri stiano cambiando rapidamente, il Portogallo ora guida l’Europa con il maggior numero di infezioni (23). “Riteniamo che la trasmissione avvenga solo attraverso il contatto tra la persona infetta, con la pelle colpita nell’area genitale, e un’altra persona. Pertanto, riteniamo che avvenga attraverso un contatto intimo e stretto e non attraverso la trasmissione sessuale”, ha affermato la dottoressa portoghese Margarida. Tavares ha detto all’agenzia di stampa Reuters.

C’è anche un numero relativamente elevato di infezioni nella vicina Spagna (21), la maggior parte delle quali a Madrid. “Tre casi di vaiolo delle scimmie in una mattinata al servizio […]† Induce paura. Tanta paura”, ha twittato un medico.

Monkeypox è apparso anche in altre parti del mondo occidentale. Come in Australia, Canada e Stati Uniti.

Cos’è il vaiolo delle scimmie?

La malattia è stata scoperta per la prima volta nelle scimmie e si verifica principalmente nell’Africa occidentale e centrale. La variante congolese è la più violenta con una letalità del dieci per cento. Nella variante più mite dell’Africa occidentale, è solo dell’1%.

Sembra che la maggior parte delle persone infette in Europa siano infette dalla variante dell’Africa occidentale. Il virus di solito ha un decorso lieve durante il quale le persone infette soffrono di prurito e febbre.

Non esiste un vaccino contro il vaiolo delle scimmie. Ma il normale vaccino contro il vaiolo protegge anche fino all’85% dal vaiolo delle scimmie, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Questo picco eccezionale al di fuori dell’Africa potrebbe indicare una nuova modalità di diffusione o una modifica del virus. Ma tutto ciò resta da vedere”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters l’epidemiologa statunitense Anne Rimoin dell’Università della California.

Rosalva Milani

"Professionista di Twitter. Evangelista della birra. Giocatore freelance. Introverso. Appassionato di bacon. Webaholic."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.