Marchi di qualità DOP, IGP e STG

Se vedi DOP, IGP o STG su un alimento italiano, hai a che fare con un marchio di qualità. Questo la dice lunga sulla qualità e l’origine della cucina italiana. Attualmente ci sono ben 315 prodotti approvati DOP, IGP e STG. L’Italia è all’avanguardia in questo senso.

Il vino italiano ne conosce altri certificato di autenticità, marchi di qualità: IGT, DOC, DOCG. Scopri di più sulle differenze tra questi marchi di qualità italiani.

DOP: Denominazione d’Origine Protetta

Logo DOP DOP è il nome di un tipico italiano prodotti alimentari, cibo di qualità. Il marchio di qualità è registrato presso l’Unione Europea. Il cibo ha una zona di origine definita, deve anche essere completamente lavorato lì. Anche il metodo di produzione è fisso. L’area di origine e l’influenza del clima e di altri elementi naturali garantiscono a Prodotto inimitabile, unico prodotto. Non può e non deve essere imitato altrove.

Una caratteristica del prodotto DOP è che deve provenire interamente da una determinata regione. Non solo la materia prima, ma anche la lavorazione fino al prodotto finale.

I prodotti DOP possono essere suddivisi in diverse categorie, tra cui vini, formaggi, carni, pesce e oli.

A fine 2021 risultano registrati 167 prodotti DOP. Probabilmente ne conosci molti. Pensa a Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Mozzarella di Bufala Campana, Pecorino Sardo

IGP: Indicazione Geografica Protetta

Marchio IGP I requisiti che i prodotti IGP devono soddisfare sono meno severi di quelli dei prodotti DOP. A differenza della DOP, un prodotto IGP non deve provenire interamente da una regione specifica. Sul territorio deve svolgersi una sola fase del processo produttivo: dall’origine, dalla lavorazione al confezionamento. La risorsa non deve provenire dalla regione.

A fine 2021 erano 130 i prodotti registrati in Italia con il marchio IGP, tra carne, pesce, frutta e verdura, cereali, pasticceria, pasta e vino. Ne sono un esempio Aceto Balsamico di Modena, Mortadella di Bologna, Lardo di Colonnata, Bresaola della Valtellina, Panforte di Siena.

I prodotti IGP sono riconoscibili dal bollino giallo-blu con la scritta “Indicazione Geografica Protetta”.

STG: Specialità Tradizionale Garantita

logo STG A differenza dei prodotti qualificati DOP e IGP, la produzione di un prodotto STG non deve avvenire interamente in una determinata regione. Il prodotto può essere prodotto ovunque nell’UE. L’unica condizione è che si tratti di un prodotto realizzato secondo una ricetta o un metodo tipico. La ricetta o il metodo di preparazione deve avere almeno 30 anni.

Famosi prodotti tipici STG sono la Pizza napoletana STG e la Mozzarella STGLa pizza napoletana è unica ed è fatta in modo artigianale. Secondo i criteri dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, la pizza deve essere fatta a mano e non con il mattarello. Il ripieno deve contenere veri pomodori San Marzano e Mozzarella di bufala. Tutto questo con olio extravergine di oliva. Questa pizza napoletana va cotta nel forno a legna a 485 gradi; tempo di cottura: da 60 a 90 secondi

I 10 prodotti DOP e IGP più venduti

Il numero di prodotti certificati UE è aumentato notevolmente negli ultimi anni, grazie in particolare al sussidio europeo di 140 milioni di euro. L’Italia è leader per numero di prodotti con marchio di qualità.

C’è un fatturato, fatturato non inferiore a 6,3 miliardi di euro legato alle etichette di qualità. È interessante notare che i 10 prodotti IGP e DOP più venduti rappresentano ben il 79% del fatturato dei prodotti certificati Made in Italy. Si tratta dei seguenti prodotti:

  1. Grana Padano (Cappuccio)
  2. Parmigiano Reggiano (Cappuccio)
  3. Prosciutto di Parma (Cappuccio)
  4. Aceto Balsamico di Modena (IGP)
  5. Mozzarella di Bufala Campana (Capo)
  6. Mortadella di Bologna (IGP)
  7. Gorgonzola (Città del Capo)
  8. Prosciutto di San Daniele (Capo)
  9. Pecorino Romano (Città del Capo)
  10. Bresaola della Valtellina (IGP)

Consiglio di lettura:

Panoramica dei prodotti DOP e IGP

La vera cucina italiana

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.