L’Ucraina chiede aiuto internazionale per seminare

Il ministro dell’Agricoltura ucraino Roman Leshchenko ha chiesto aiuto al G7 per aiutare gli agricoltori del Paese ad avviare la stagione della semina.

La violenza della guerra russa in Ucraina mette in pericolo la semina di nuovi raccolti, afferma Leshchenko. Ciò mette seriamente a repentaglio le esportazioni cruciali di olio di girasole e grano del paese.

I membri del G7 Canada, Germania, Francia, Italia, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti e Unione Europea (UE) sono invitati a inviare semi, fertilizzanti, prodotti fitosanitari, carburante, macchine agricole e supporto logistico.

Leshchenko ha anche invitato i partner internazionali a “proteggere” i porti del Mar Nero, dicendo che le aziende dovrebbero “fare pressione sull’aggressore e interrompere ogni cooperazione con la Russia”. Ha sottolineato che 400 milioni di persone dipendono dai prodotti alimentari ucraini.

Semi e diesel

Le conseguenze dell’invasione russa sulla sicurezza alimentare saranno all’ordine del giorno del Consiglio Agricoltura dell’UE la prossima settimana. Nel frattempo, è già in corso l’assistenza agli agricoltori ucraini.

TEMA UCRAINA: La Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio. Questa guerra ha avuto conseguenze anche per il settore agricolo olandese. Segui gli ultimi sviluppi sulla guerra in Ucraina.

Il G7 è un forum intergovernativo composto dai sette maggiori paesi industrializzati. L’UE partecipa all’organo consultivo, ma non conta come membro perché non è uno Stato sovrano.

Eufemia Candreva

"Guru del bacon. Appassionato di Twitter in generale. Appassionato di cibo. Risolutore di problemi pluripremiato. Fanatico del caffè per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.