L’Italia manda a casa per sempre gran parte del parlamento

Il parlamento italiano conta oggi 945 membri: 630 alla camera bassa italiana e 315 al senato. Ma questo cambierà.

36% a casa

La popolazione ha votato in un referendum domenica e lunedì per ridurre le due camere rispettivamente a 400 e 200 rappresentanti. In altre parole: non c’è più posto per 345 deputati (36% dell’attuale occupazione).

Il referendum è stato un cavallo di battaglia del Movimento Cinque Stelle. Questo partito ha criticato il comportamento dei parlamentari sin dalla sua fondazione undici anni fa. Secondo il Movimento Cinque Stelle, non sempre svolgono un lavoro utile per una paga “estremamente buona”. Secondo il quotidiano italiano Corriere della Sera costa ai parlamentari dai 19.000 ai 21.000 euro a persona al mese.

Mandando loro ormai buona parte, secondo il quotidiano, si traduce in un risparmio di 82 milioni di euro. Un avvertimento è anche posto con questo importo. Il risparmio netto sarebbe inferiore, ovvero 63 milioni di euro.

grande simbolismo

Il risultato era evidente. Il 70% ha votato per una riduzione del numero dei parlamentari. Si è presentato anche il 54% degli aventi diritto al voto.

Espellere alcuni politici è più che un risparmio. Ha un grande significato simbolico. I politici sono visti come borseggiatori che cercano principalmente di rimanere nel giro il più a lungo possibile. Questo spiegherebbe perché cambiano così spesso i partiti politici e stringono alleanze occasionali che mirano principalmente a raggiungere la soglia elettorale.

Le possibilità di essere rieletti sono quindi ora minori. Per questo si prevede anche che i rappresentanti del popolo siano meno inclini a puntare a nuove elezioni. Questo porta a una maggiore stabilità politica.

ora lo stipendio

I parlamentari non vengono immediatamente rimandati a casa. La riduzione del numero dei politici entrerà in vigore dalle prossime elezioni legislative.

Con i servizi igienico-sanitari l’Italia diventerà il Paese con più abitanti per parlamentare: 151mila, per i Paesi Bassi sono 114mila, la chiusura è Malta con 7mila abitanti per parlamentare.

A proposito, il Movimento Cinque Stelle non ha ancora finito con i politici. Il partito vuole indire un altro referendum per abbassare gli stipendi dei politici. I politici italiani guadagnano circa il doppio dei politici olandesi, comprese le spese.

Lega e Cinque Stelle in calo

In Italia, oltre al referendum, si sono svolte le elezioni regionali anche in sei regioni, tra cui Toscana, Veneto, Puglia e Campania. I partiti di centrosinistra (come il socialdemocratico PD) hanno vinto queste elezioni in tre regioni. Nelle altre tre hanno vinto i partiti di centrodestra.

Contro ogni aspettativa, la Lega di Matteo Salvini non ha riscosso molto successo, tranne che in Veneto dove il partito è già al potere. Colpisce anche il fatto che il Movimento Cinque Stelle abbia perso molti voti. Da quando il partito è entrato a far parte del governo, ha perso popolarità.

Anche a Plush piace Five Stars

Il partito, che si presenta come un manifestante, ha anche promesso che la maggior parte degli stipendi dei propri rappresentanti sarà rimborsata. C’è solo un desiderio parte rappresentanti del popolo.

Il risultato ha rassicurato il premier Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio crede di poter continuare a governare fino alle prossime elezioni nazionali previste per il 2023. La sua coalizione di governo è composta dal Movimento Cinque Stelle, dal Pd, dal piccolo partito di centrosinistra dell’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi e da diversi altri partiti dissidenti.

Eufemia Candreva

"Guru del bacon. Appassionato di Twitter in generale. Appassionato di cibo. Risolutore di problemi pluripremiato. Fanatico del caffè per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.