L’intelligence tedesca avverte: rimuovere Kaspersky Antivirus Software

Secondo BSI oggi in un comunicato stampa† Il software di Kaspersky rappresenterebbe un rischio perché il software antivirus ei relativi servizi cloud richiedono autorizzazioni estese sui dispositivi su cui sono installati. A causa del sistema, è necessario mantenere anche una connessione permanente, crittografata e non verificabile ai server del produttore.

Secondo la BSI, questo potrebbe aprire le porte a un attacco informatico russo. “Le azioni e le minacce della Russia nei confronti dell’UE, della NATO e della Germania durante l’attuale conflitto militare comportano un rischio significativo di attacco informatico”, ha affermato l’agenzia di intelligence. Secondo la BSI, i produttori di computer russi possono essere coinvolti volontariamente o contro la loro volontà.

Anche gli utenti ordinari sono a rischio

Le aziende e le agenzie governative con progetti di grandi dimensioni o sensibili sono altamente vulnerabili agli attacchi informatici. Ma secondo la BSI, anche gli utenti ordinari potrebbero essere interessati.

Il servizio avverte inoltre che la decisione di ricercare altri software antivirus non dovrebbe essere presa in fretta. Le aziende che cambiano software sarebbero più vulnerabili nel processo. Dovrebbero prima consultarsi con esperti e dare un’occhiata più da vicino ai propri sistemi, prima di intraprendere azioni concrete.

Reazione di Kaspersky

In una risposta, Kaspersky ha affermato che il BSI “non si basava su una valutazione tecnica”, ma che il consiglio era stato formulato “per ragioni politiche”. “Lavoreremo con BSI per chiarire la sua decisione e trovare il modo di affrontare le preoccupazioni di BSI e di altri regolatori”.

Kaspersky ha affermato nella dichiarazione di “non avere alcun collegamento con il governo russo o con qualsiasi altro governo”. “Riteniamo che il dialogo pacifico sia l’unico strumento possibile per risolvere i conflitti”.

Bandito nei Paesi Bassi dal 2018

Il governo olandese ha già deciso nel 2018 che non avrebbe più utilizzato il software antivirus di Kaspersky. A quel tempo, ciò avveniva per precauzione perché c’era il rischio che i servizi segreti russi utilizzassero il software per spiare i Paesi Bassi.

L’analisi delle minacce su cui si è poi basato il governo è stata resa pubblica all’inizio di questo mese creato† Indica che esiste un’alta probabilità che Kaspersky dovrà collaborare con lo stato russo contro la sua volontà. Inoltre, ci sarebbe un’alta probabilità che l’azienda sia stata “infiltrata e compromessa” da un terzo stato anonimo. Tuttavia, non è stata trovata alcuna prova conclusiva che l’azienda rappresentasse una “minaccia attiva”.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.