“Leclerc incorre in una penalità di dieci posizioni in griglia per il quarto turbo”

Charles Leclerc ha disputato tre gare di fila con sfortuna in Formula 1 e le cose non sembrano rosee per il Gran Premio del Canada al momento. Diversi media italiani riportano un potenziale cambio di turbo a Leclerc, che significa il superamento del limite e quindi una penalità di dieci posizioni.

Leclerc potrebbe sembrare il grande favorito per il titolo mondiale di quest’anno dopo le prime gare, ma ora il giovane pilota lentamente ma inesorabilmente metterà da parte quelle aspirazioni al titolo. Mentre si è ritirato per problemi a Barcellona ed è caduto dal podio a Monaco a causa di errori strategici, si è nuovamente ritirato in Azerbaigian per un problema con la sua fonte di alimentazione.

Rapporti dall’Italia

Il team Ferrari ha inviato il motore a Maranello per un esame, e ora c’è un’indagine diligente sull’origine dei problemi di Leclerc in Azerbaigian. La filiale italiana di Motorsport.com suggerisce che il problema sembra essere di nuovo nel turbo della fonte di alimentazione, quindi potrebbe essere necessario sostituirlo di nuovo. Formula1a.uno riporta addirittura che è già stata presa la decisione di sostituirlo, il che significa che la penalità in griglia è imminente.

Massimo superamento

Il quarto turbo sarebbe l’ultima goccia. I turbo di Leclerc si sono già guastati a Barcellona ea Baku il team Ferrari ha deciso di montare il terzo turbo della stagione sulla seconda fonte di alimentazione del gruppo Ferrari. Se anche questo dovesse essere rotto e la Ferrari non vedesse la possibilità di montare il primo turbo sulla nuova fonte di alimentazione, allora il turbo numero quattro significa superare il numero consentito e Leclerc riceverà una penalità in griglia di dieci posizioni per il Gran Premio del Canada. Al momento, però, non c’è stato alcun annuncio da parte della Ferrari, quindi dobbiamo aspettare e vedere.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.