“Le differenze tra olandesi e italiani si sono rivelate più grandi di quanto pensassi” | ADESSO

Ogni anno circa 40.000 olandesi emigrano all’estero. Ti piace lavorare nel loro nuovo (temporaneo) paese d’origine? E vogliono davvero tornare in Olanda? Questa volta parliamo con Carlijn nel sud Italia.

  • Chi: Carlijn de Nijs
  • Funzione: agenzia di reclutamento di team leader Working Adventures
  • Dove: Brindisi, Puglia (Italia meridionale)
  • Da quando: 2014

Come sei finito in Italia?

“Mio marito è di qui. Dopo lunghi avanti e indietro, sono venuto a vivere qui otto anni fa. All’epoca ero uno specialista freelance in comunicazione online e sono stato in grado di farlo molto bene da un altro paese. E ho iniziato a farlo aiuto nella gestione del nostro bed and breakfast.”

“Da marzo dell’anno scorso, sono un reclutatore internazionale con la società di reclutamento internazionale Working Adventures. Mi mancava la regolarità di un contratto a tempo indeterminato e del lavoro di squadra, quindi ho fatto domanda. Non avevo esperienza nel reclutamento, ma è andata molto bene. Adesso dirigo la squadra di lingua olandese.

L’emigrazione era quindi abbastanza facile.

“Non ci ho mai pensato molto, ci sono andato e basta. L’Italia ovviamente non è così lontana. Ho anche passato molto tempo in Australia. Quanto possono essere grandi le differenze tra olandesi e italiani, ho pensato. Ma si sono voltati fuori per essere più grande di quanto mi aspettassi.”

“Discuto di tutto con i miei amici olandesi, nessuno mi ha mai chiesto come stanno davvero andando le cose qui”.

Carlijn de Nijs

Dimmi.

“Gli italiani sono molto più tradizionalisti. Si esce sempre a cena con le coppie. Ci dovevo abituare. E anche l’italiano era un problema, mi ci è voluto un po’ per parlare la lingua. Ora che posso seguire bene le conversazioni, Noto che gli italiani non vanno mai in profondità, discuto di tutto con i miei amici olandesi, nessuno mi chiede mai come sta andando davvero.

Cosa hai imparato dagli italiani?

“Sono diventato molto più rilassato da quando vivo qui. Nessuno ha programmi per il futuro. Non puoi davvero pianificare per il weekend del mercoledì. Gli olandesi vogliono sapere quando viene fissato un appuntamento, cosa faremo e come. Lo volevo dieci anni fa. Ma ora noto quanto possa essere opprimente.

Sei in una parte turistica dell’Italia, com’è in inverno

“Durante i mesi invernali puoi davvero sparare con i cannoni qui. Nessuno esce. A volte ho pensato di andare nei Paesi Bassi in inverno. C’è sempre Sinterklaas, il carnevale e la gente si siede fuori sulle terrazze con le coperte. Ma è anche un bene che possiamo riposare in inverno. Il resto dell’anno siamo piuttosto impegnati con i nostri ospiti.’

“C’è un grande svantaggio nell’avere il tuo bed and breakfast: non puoi mai andartene davvero.”

Carlijn de Nijs

Ti piace fare la hostess?

“Le persone spesso sono molto felici, il che è molto divertente. All’inizio, abbiamo dedicato molto tempo a familiarizzare i clienti con i servizi aggiuntivi, come il trasferimento in aeroporto. Ora siamo entrambi così occupati con il nostro lavoro che noi ” Lasciamo perdere un po’ di più. C’è un grande svantaggio nell’avere il tuo bed and breakfast: non puoi mai andartene davvero”.

Cosa preferisci fare nei fine settimana?

“Di solito andiamo a mangiare fuori, spesso lo facciamo un paio di volte a settimana. Mangiare la pizza o uscire a pranzo è molto più economico qui. E tutto qui è così fresco e delizioso. Se ordini gli antipasti, ottieni davvero dieci piatti con tutti i tipi di spuntini gustosi.”

Tornerai mai in Olanda?

“Dovremmo continuare a vivere qui, ma non si sa mai cosa riserva il futuro.”

Teofila Baresi

"Creatore. Secchione della birra sottilmente affascinante. Devoto fanatico degli zombi. Scrittore. Difensore malvagio dei social media."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.