In Italia si profila una nuova crisi politica

“Oggi io e molti altri colleghi lasciamo il Movimento 5 stelle. Lasciamo quello che domani non sarà più il più grande potere in parlamento”, ha detto Di Maio, 35 anni. La partenza del ministro degli Esteri del partito segue i disaccordi con l’ex primo ministro e attuale presidente del Movimento Cinque Stelle Giuseppe Conte sulla fornitura di armi all’Ucraina invasa dalla Russia.

Il ministro degli Esteri ha accusato Conte e altri membri del partito di indebolire la posizione dell’Italia opponendosi alla fornitura di armi a Kiev, cosa che il governo del premier apartitico Mario Draghi sta spingendo. Ma anche prima i due politici erano in disaccordo tra loro.

Di Maio – che lui stesso ha guidato il Movimento Cinque Stelle dal 2017 al 2020 – lancia ora un nuovo partito politico chiamato “Insieme per il futuro”. Secondo i media locali, 60 parlamentari del Movimento Cinque Stelle si sono già impegnati ad aderire.

Il Movimento Cinque Stelle è il più grande partito al parlamento italiano dalle elezioni legislative del 2018. Ha recentemente perso alle elezioni comunali. Non è ancora chiaro se la decisione di Di Maio abbia conseguenze anche per il governo del premier Draghi.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.