Il Sud Italia colpito dal maltempo

Maltempo Sud Europa – Sicilia – Medicane – Alluvioni – Alluvioni – Cod. Rosso

Il sud Italia è devastato dal tempo e il codice rosso si applica in Sicilia e Calabria. Nelle ultime 24 ore in alcuni punti sono caduti più di 150 millimetri di pioggia. Nei prossimi giorni rimarrà instabile nella regione con molti rovesci e temporali e forse molto vento.

Nel Mediterraneo meridionale, il clima autunnale è tutt’altro che piacevole. Passano forti piogge e temporali e, di conseguenza, a volte esce dal cielo a secchiate contemporaneamente. Il baricentro degli acquazzoni è al di sopra di Sicilia, Calabria e Puglia. Più di 100 millimetri di precipitazioni sono già caduti nella regione di Catania, sulla costa orientale della Sicilia.

All’aeroporto di Catania il pluviometro ha registrato in 24 ore ben 167 millimetri e la pista ha dovuto essere pompata dai vigili del fuoco. Anche ieri si sono verificate numerose forti piogge e temporali e localmente sono cadute molte precipitazioni con avvistamenti che hanno raggiunto punte di 100 millimetri o più. Per fare un confronto: nei Paesi Bassi cadono circa 80 millimetri di precipitazioni in un mese intero! A causa delle forti piogge, le strade si trasformano in fiumi, come si può vedere nei video qui sotto.

Per ora, ancora abbastanza mutevole

Il sistema meteorologico che causa il maltempo non ha modo di aggirarlo e quindi anche le forti piogge e le inondazioni devono essere considerate per i giorni a venire. Sabato sono previsti ulteriori 200-250 millimetri di precipitazioni. Anche la Grecia occidentale, Malta e la fascia costiera tunisina e libica dovranno affrontare molte nuvole e alcune forti piogge e temporali. In particolare, le zone collinari sono molto soggette a inondazioni e smottamenti durante le forti piogge.

Nei prossimi giorni anche Spagna e Portogallo dovranno fare i conti con la volatilità dell’Oceano Atlantico. Nelle Azzorre sono cadute forti piogge e i pluviometri delle isole di Faial e Pico hanno già registrato circa 70 millimetri nelle ultime 12 ore (tracciati fino alle 8 di mercoledì mattina). Questa zona nuvolosa e piovosa si sposterà più a est verso la penisola iberica nel prossimo periodo.

Fortuna di un dottore

Dopo l’estate, l’acqua del Mediterraneo è la più calda. Non appena l’aria relativamente fresca scorre sull’acqua di mare calda, questo innesca lo sviluppo di forti temporali. Quando questi acquazzoni si accumulano e il vento si gonfia di più, può succedere che sia una medicina. È il nome di un uragano nel Mar Mediterraneo. Parliamo di infermieristica solo quando misuriamo la forza dell’uragano (forza del vento 12). Se si rivolge a un medico è ancora abbastanza incerto, poiché questo fenomeno meteorologico è piuttosto raro.

Leggi di più sull’origine di un farmaco qui

Foto principale: Adobe Stock / mantvydasd

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.