Il Frigo Coach sulla pasta: tante tipologie, ma qual è la scelta più sana?

La pasta si presenta in molte forme e oggi è fatta anche con tutti i tipi di farine diverse. Quale tipo di pasta è la più sana? Sabine Leijten, De FridgeCoach, risponde a queste e molte altre domande sulla pasta.

Tante scelte

Oggi quasi ogni posto nei Paesi Bassi ha un ristorante italiano, ma in passato era diverso. “Fu solo dopo la seconda guerra mondiale che nel nostro Paese aprirono i primi ristoranti con un tocco italiano. Dopodiché va veloce e il cibo italiano diventa un grande successo nel nostro Paese. La sua popolarità si riflette anche negli scaffali dei content store. Il il supermercato medio a volte vende 10 diversi tipi di pasta: dai maccheroni ai fusilli e dalle pappardelle alle farfalle.Entro il 2022 non tutti i tipi saranno prodotti con lo stesso tipo di farina.Oltre alla tradizionale pasta “bianca” ci sono anche pasta fatta con farina integrale, farina di farro, farina di ceci o farina di lenticchie.

Nella stessa Italia la variante “bianca” è particolarmente affezionata, De FridgeCoach lo sa. “I prodotti a base di farina bianca sono fatti con farina di frumento. La farina di frumento è quella polvere bianca che non contiene quasi nessun nutriente, perché tutto viene setacciato e filtrato. Questa farina bianca si ottiene macinando il chicco in una macchina, che elimina tutti gli oli, crusca e germi”, spiega. “Poiché non c’è quasi più fibra in questa farina bianca, ma ci sono molti carboidrati, ha anche un’enorme influenza sui nostri livelli di zucchero nel sangue. Dopo aver mangiato pasta bianca, i nostri livelli di zucchero nel sangue aumentano in modo significativo, causando una sovrapproduzione di insulina dal pancreas.

Leggi anche: Questa salsa si abbina al meglio con il tuo tipo di pasta preferito

Pasta integrale

Oltre alla pasta di farina di frumento, in qualsiasi supermercato si può trovare anche la pasta integrale. “Questa pasta è molto più sana della pasta ‘bianca’. La farina integrale contiene ancora sostanze nutritive, fibre e germi, quindi il corpo può trarne maggiori benefici. I prodotti integrali hanno meno influenza sui livelli di zucchero nel sangue rispetto ai prodotti a base di farina di frumento, lo sa De FridgeCoach. “Di conseguenza, il corpo deve lavorare un po’ meno duramente per elaborare questi carboidrati”.
In termini di calorie, la pasta bianca e quella integrale non differiscono tra loro. “Ha senso perché sono entrambi fatti di grano, niente lo cambia”.

Alternative

Oltre alla pasta integrale, anche la pasta di semi o di legumi è più salutare della pasta bianca. “Questo tipo di pasta è spesso a base di farina di lenticchie o di ceci. Leggere attentamente la confezione prima di acquistare un prodotto, perché a volte marchi noti vogliono segretamente aggiungervi farina di frumento o farina.

Qual è la scelta più intelligente?

La pasta integrale e quella di lenticchie o legumi sono quindi le scelte più salutari in questa zona, ma c’è 1 varietà che può essere dichiarata la più sana di tutte? Secondo De FridgeCoach, è composto da semi o legumi. Questo tipo ha spesso la metà dei carboidrati della pasta bianca. Per illustrare questo, ha studiato il numero di grammi di carboidrati in 100 grammi di fusilli (non preparati). La pasta bianca ha 72 grammi di carboidrati, ma se la stessa pasta ha come base la farina di ceci, sono 36 grammi. La versione integrale contiene 65 grammi di carboidrati.

La pasta di ceci, oltre al contenuto di carboidrati, contiene anche un po’ più di altre sostanze buone rispetto alla pasta integrale. Ad esempio i 100 grammi di fusilli di ceci già citati contengono 9,8 grammi di fibra e la pasta integrale 6,3 grammi. “Più fibre ci sono, più velocemente si riempie. Questo significa che mangi meno. Sempre in termini di proteine ​​e grassi, una pasta a base di un legume o di un seme come le lenticchie è la più salutare.

Quanta pasta?

Non va considerata solo la composizione della pasta stessa, ma anche la dimensione della porzione. “In media una porzione è di circa 80 grammi di pasta cruda. Se conduci uno stile di vita a basso contenuto di carboidrati, l’assunzione media di carboidrati è compresa tra 50 e 75 grammi al giorno. Se vuoi mangiare la pasta, non puoi assolutamente affrontare i carboidrati negli altri pasti per il resto della giornata”, afferma De FridgeCoach. “Coloro che non seguono una dieta a basso contenuto di carboidrati, ma cercano di limitarne la quantità, finiranno con circa 75-100 grammi di carboidrati al giorno”.

Le persone che non sono attente all’assunzione di carboidrati o che fanno un lavoro pesante farebbero bene a mangiare tra 100 e 150 grammi di carboidrati al giorno, secondo De RefrigeratorCoach. “Più di 150 grammi di carboidrati al giorno non è comunque una buona scelta”, sottolinea.

Si noti che la pasta cotta contiene più carboidrati di quella raffreddata. Questo perché la quantità di amido aumenta durante il processo di cottura, spiega De RefrigeratorCoach. “Lasciando raffreddare la pasta, l’amido diventa resistente. L’amido resistente è considerato una fibra alimentare che non viene digerita dall’intestino tenue. Anche se cuocete la pasta, lasciatela raffreddare e poi riscaldatela, l’amido rimane resistente. Ciò significa molti meno picchi di zucchero nel sangue.

1 misurino

Sulla base di questi numeri, puoi determinare tu stesso quanta pasta mangi. È quindi più salutare optare per la pasta a base di lenticchie o di ceci. “Anche se capisco anche che non sarà una tua scelta quotidiana. Cerca di scegliere più spesso la pasta integrale, se normalmente mangi sempre quella bianca. Puoi anche scendere a compromessi con te stesso preparandoti una gustosa pasta bianca una volta ogni 2 settimane. Allora rimarrà speciale.

Il 28 gennaio 2022 De FridgeCoach affronterà questo argomento nel programma di Radio 5 dell’ONP Pranzo Lekker. La conversazione fa parte del progetto Hsana anguilla olandese, in cui De FridgeCoach risponde alle domande dei lettori sul loro stile di vita. Puoi registrarti per questo progetto qui.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.