Il duo Ferrari pronuncia le ultime parole sulla debacle di Monaco

Charles Leclerc ha espresso la sua fiducia nella Ferrari dopo il fallimento strategico di Monaco. La squadra italiana ha commesso un errore, dopo di che il monegasco è sceso dal primo posto al quarto posto nella gara di casa. La Ferrari si è messa al lavoro e ha capito cosa non riusciva a fare la squadra, con soddisfazione del pilota. Carlos Sainz parla anche in conferenza stampa e spiega qual è la sfida a Baku.

Ma prima sentiamo Leclerc, logicamente interrogato sulla debacle monegasca della sua squadra. Dalla radio a bordo, ha lasciato andare molto deluso, durante la gara e dopo. “Dopo ogni gara, analizziamo tutto. Ciò che mi dà fiducia è che sappiamo perché commettiamo gli errori che abbiamo commesso. Tuttavia, non entrerò nei dettagli su questo”, ha detto. Leclerc è felice di lasciarsi alle spalle quello che è successo a Monaco.

Sainz, che è riuscito a salire sul podio nel microstato, parla anche brevemente dell’ultimo Gran Premio. “Abbiamo trovato cose che avremmo potuto fare diversamente, ma non necessariamente dalla mia parte del box”, ha detto lo spagnolo. Si dichiara inoltre soddisfatto del modo in cui ha influenzato la propria strategia nei vicoli di Monte-Carlo: “E’ stata una bella chiamata stai alla larga e non passare alle gomme intermedie.

Sfida di messa a punto Ferrari

I team di Formula 1 affrontano una sfida di tuning in Azerbaigian, così come la Ferrari. Il circuito cittadino chiamato Baku City Circuit ha tratti lenti, ma anche un rettilineo molto lungo. I team possono quindi scegliere di guidare con molto carico aerodinamico o con poco, c’è da dire per entrambe le opzioni.

“È sempre un compromesso. Puoi essere un po’ più veloce in curva o un po’ più veloce in rettilineo. Le nostre simulazioni dicono che la velocità è più o meno la stessa con entrambe le preferenze, ma abbiamo bisogno di “una macchina ben bilanciata per essere capace di correre intorno ai muri’, conclude Sainz, che andrà dritto alla fase di apertura della gara nell’edizione 2021. ha sparato, poi si è bloccato a centrocampo.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.