I film per serre alternativi sono meno spessi, ma mantengono le prestazioni

“Abbiamo ampliato la nostra gamma di prodotti con film plastici alternativi che sono meno spessi e allo stesso tempo garantiscono le stesse prestazioni, sia dal punto di vista meccanico che ottico. Anche la durata del prodotto è simile”, afferma Emanuele Garrasi, amministratore delegato di Agriplast Spa in Italia. L’azienda vede che i materiali per le serre stanno diventando sempre più costosi nell’attuale crisi e vuole offrire una soluzione a questo.

Grazie alla tecnologia di estrusione a 7 strati, la più moderna attualmente disponibile secondo il direttore, Agriplast Spa produce film plastici estremamente sottili ma comunque molto resistenti.

“Ad esempio, per rivestire serre di “classe D” con una durata di due anni, offriamo lo stesso tipo di film plastico da 200 e 150 micron. Scegliendo il secondo prodotto, il viticoltore risparmia il 25% in peso e materiale plastico, che ovviamente riduce l’impatto ambientale e riduce anche i costi”.

La tecnologia all’avanguardia può fornire risposte al settore orticolo e anche ai piccoli produttori, che non hanno la possibilità di ricevere il sostegno del governo, secondo il direttore. “Le nostre soluzioni sono un modo diretto per combinare sostenibilità ambientale ed economica. Questa filosofia aziendale si riflette anche in altri prodotti, come il film per cavità Powelux, spesso solo 20 micron, pacciame spesso 30 micron o il film tunnel Huelvasol, spesso solo 90 micron e utilizzabile per 2 cicli di coltivazione.”

Per maggiori informazioni:
Agriplast SPA
Via Filippo Bonetta 35
97109 Vittoria (RG) – Italia
Telefono: +39 (0)932 997211
enrico.garrasi@agriplast.com
www.agriplast.com

Nazario Trentini

"Organizzatore pluripremiato. Appassionato di social media. Appassionato di TV. Evangelista dilettante di Internet. Appassionato di caffè."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.