“Grande possibilità che lo scarabeo giapponese invada presto la Francia”

Lo scarabeo giapponese (Popillia giapponese) è presente in Italia e Svizzera da diversi anni. La probabilità che l’insetto invada presto anche la Francia è piuttosto alta, il che significa che anche la probabilità di un’ultima infestazione da scarabeo è alta. Un’infestazione da scarabeo rappresenta una minaccia per centinaia di specie vegetali. Per sradicare un tale parassita, è necessario agire non appena l’insetto viene scoperto in Francia.

Lo scarabeo giapponese si è affermato al di fuori del suo nativo Giappone, poi si è diffuso negli Stati Uniti e poi in diversi paesi europei. Nel 2014 il coleottero è stato avvistato per la prima volta in Italia e nel 2017 per la prima volta in Svizzera.

MANIGLIE, l’Agenzia nazionale per la sicurezza sanitaria, l’Agenzia nazionale francese per la protezione generale della salute, ha recentemente valutato la probabilità e l’impatto dell’intrusione del coleottero francese in Francia e ha raccomandato misure per monitorare e controllare l’insetto. “Per il momento il coleottero giapponese non è stato ancora rilevato in Francia, ma allo stesso tempo non c’è motivo per cui l’insetto non possa invadere il Paese”, spiega Christine Tayeh, coordinatrice scientifica dell’Unità di competenza sui rischi biologici in Francia. il Laboratorio fitosanitario ANSES.

“I risultati dell’esperienza hanno mostrato che non si poteva fare nulla per impedire al coleottero giapponese di entrare in Francia. Il coleottero giapponese è un insetto che si muove facilmente e le condizioni di temperatura e precipitazioni sono favorevoli anche in Francia. Il coleottero giapponese consuma anche molte specie vegetali presente in Francia e quindi l’insetto avrà un facile accesso al cibo.

Potenziale danno a centinaia di specie vegetali
La diffusione del coleottero giapponese in Francia è quindi sicuramente preoccupante. Un esemplare adulto preferisce nutrirsi di foglie, mentre le larve preferiscono nutrirsi di radici delle piante. Più di 400 specie vegetali, di cui 100 in Francia, sono piante coltivate per uso alimentare: susini, meli, uva da vite, piante di mais, semi di soia, fagiolini, asparagi, alberi come acero e pioppo, piante ornamentali come il roseto, e alcune specie che si trovano su prati e prati. Mangiando le foglie delle piante, il coleottero giapponese riduce l’area fogliare, il che riduce la capacità fotosintetica delle piante e quindi anche la resa delle piante.

Dai la caccia allo scarabeo una volta che invade la Francia
È praticamente impossibile impedire al coleottero giapponese di invadere la Francia: quando l’insetto è maturo, può volare (gli esemplari volanti sono generalmente presenti da fine maggio a settembre) e può quindi mostrare comportamenti da autostop. Quest’ultimo significa che lo scarabeo giapponese può muoversi su qualsiasi superficie, non solo sulle piante di cui si nutre l’insetto.

Stermina lo scarafaggio non appena viene scoperto in Francia
La strategia di eradicazione si concentra in particolare sulla diagnosi precoce della presenza del coleottero giapponese utilizzando trappole dotate di attrattivi misti (combinazione di feromoni sessuali e attrattivi floreali). Queste trappole dovrebbero essere posizionate in posizioni strategiche, ai confini con i paesi dove l’insetto è già presente e vicino a punti di ingresso importanti come porti o aeroporti e reti di trasporto. Inoltre, i professionisti dei vari settori interessati devono essere ben informati sul coleottero giapponese e sul comportamento dell’insetto.

Prevenire la stabile organizzazione con adeguate misure di controllo dei parassiti
È essenziale agire non appena lo scarabeo giapponese invade il territorio francese. “Riteniamo che – se adottiamo misure aggressive di monitoraggio e controllo dei parassiti mentre la popolazione di coleotteri è ancora piccola e isolata – ci sia una piccola possibilità di sradicare lo scarabeo giapponese all’inizio degli sforzi di invasione. per sradicare lo scarabeo giapponese in questo modo in L’Oregon e la California hanno già avuto un grande successo”, afferma Christine Tayeh.

Dal momento in cui lo scarabeo giapponese è stato scoperto in Francia, secondo ANSES, che è responsabile dell’esperienza, è importante delimitare l’area colpita e metterla sotto sorveglianza più rigorosa. A seconda della disponibilità e degli usi, dovrebbe essere applicata una combinazione di diversi metodi di controllo. Ciò include l’installazione di trappole di massa e l’uso di agenti fitosanitari sintetici e biologici.

Inoltre, alcuni metodi di allevamento si sono dimostrati sufficientemente efficaci da limitare i danni causati dai coleotteri giapponesi adulti e dalle loro larve da soli. Questi includono la riduzione dell’irrigazione durante la deposizione delle uova di scarabeo giapponese e la lavorazione del terreno in autunno.

Se tali misure non vengono prese subito dopo la scoperta dello scarabeo giapponese e l’insetto si è già affermato in Francia, fermare la sua diffusione potrebbe richiedere molto tempo e le possibilità di successo nell’eradicare l’insetto sono molto basse, secondo gli esperti. . .

Per maggiori informazioni:
anses.fr

Foto: Il tempo dei sogni

Rosalva Milani

"Professionista di Twitter. Evangelista della birra. Giocatore freelance. Introverso. Appassionato di bacon. Webaholic."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.