Giro 2022: il due volte vincitore di tappa Simon Yates si dimette a causa di un infortunio al ginocchio

Giro 2022: il due volte vincitore di tappa Simon Yates si dimette a causa di un infortunio al ginocchio

mercoledì 25 maggio 2022 alle 16:05

Simon Yates non fa più parte del gruppo del Giro d’Italia. Il leader britannico di BikeExchange-Jayco, che era uno dei grandi favoriti in anticipo, è uscito fuori dai binari nella diciassettesima tappa verso Lavarone. Ha vinto questo Giro in due tappe.

Yates ha iniziato il Giro d’Italia con energia. A Budapest nella seconda giornata, un po’ sorprendentemente, è stato il migliore nella cronometro individuale. Durante la tappa di montagna all’Etna, invece, cadde e si infortunò al ginocchio. Questo lo ha rotto nella tappa di montagna a Blockhaus, dove è caduto nel ghiaccio ed è stato in grado di dimenticare la classifica.

La guarigione di Yates è andata bene e ha passato delle belle giornate. Nella tappa estenuante di Torino, tra l’altro, il britannico ha saputo seguire in classifica la violenza dei piloti, dopodiché è riuscito a staccare in finale ea conquistare la vittoria della seconda tappa.

Tuttavia, nella diciassettesima tappa a Lavarone, Yates ha dovuto uscire presto dal gruppo, in una fase collinare in cui il suo gruppo ha guidato a ritmo serrato. Poco dopo, BikeExchange-Jayco ha annunciato le dimissioni di Yates. Secondo la squadra a causa di persistenti disturbi al ginocchio.

“Il suo incidente ei continui problemi al ginocchio hanno messo a dura prova Simon in tutte le fasi successive”, spiega il dottor Matteo Beltemacchi. Secondo lui, è un accumulo di liquido a livello dell’osso spugnoso della rotula. “Nonostante la terapia quotidiana e la tenacia di Simon, il dolore al ginocchio è peggiorato. Ciò ha portato alla decisione di abbandonare la competizione.

Fausto Romano

"Pensatore sottilmente affascinante. Organizzatore. Creatore. Devoto fanatico degli zombi. Guru del Web. Comunicatore certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.