Giro 2022: Anteprima tappa 5 a Messina – Nuova chance per i velocisti?

Mercoledì sarà – presumibilmente – la volta dei velocisti per la seconda volta in questo Giro d’Italia. Dopo la vittoria di Mark Cavendish nella seconda tappa, molti uomini veloci hanno un’altra possibilità al traguardo di Messina. Caleb Ewan può aggiustare le cose? E che dire di Biniam Girmay e Mathieu van der Poel? CiclismoFlash guarda avanti!

Traccia

La quinta tappa si svolgerà in terra siciliana, come il giorno prima. La tappa ha una lunghezza di 174 chilometri e si snoda tra Catania e Messina. Messina è la città natale di Vincenzo Nibali, che a questa città deve il soprannome di Messina Squalo. Questa tappa si correrà su parte del percorso della quarta tappa del Giro 2020, vinta da Arnaud Démare.

Dopo la partenza da Catania, ti dirigerai a nord lungo la costa del Mar Mediterraneo. Dopodiché, il gruppo si dirige verso l’entroterra e inizia la prima e unica salita della giornata. Dopo tre chilometri di salita si vede subito il primo sprint intermedio di giornata. Dopo la cima di Portella Mandrazzi (20 chilometri al 4%), situata a 1.125 metri sul livello del mare, i corridori hanno ancora 100 chilometri da percorrere fino al traguardo di Messina.

Come indicato nell’introduzione, Messina pensa ad un solo uomo: Vincenzo Nibali. Il due volte vincitore del Giro ha ricevuto il soprannome di ‘lo squalo messinese’ da un caro amico, che è venuto a tifarlo con uno striscione ai Mondiali U23.

Dopo la lunga discesa della Portella Mandrazzi e un intermedio pianeggiante, i corridori arriveranno a Villafranca Tirrena, dove si svolgerà il secondo sprint intermedio. Quindi i corridori correranno lungo la costa settentrionale della Sicilia per gli ultimi 40 chilometri fino al traguardo. Un altro fattore che può giocare un ruolo è che il vento è potenzialmente presente nell’ultima ora se i motociclisti viaggiano vicino alla costa. Gli ultimi chilometri vanno dritti sulla litoranea e l’arrivo è al porto di Messina.

I velocisti che potrebbero essere stati lasciati sul Portella Mandrazzi hanno ancora tempo per unirsi per prepararsi alla finale. Nella tappa vinta da Arnaud Démare nel 2020, molti velocisti non hanno potuto seguire il gruppo alla Portella Mandrazzi e non sono nemmeno riusciti a rientrare.

Inizio non ufficiale: 11:30
Inizio ufficiale: 11:45
Finire: tra le 15:45 e le 16:15
Distanza: 174 chilometri

Tempi di passaggio importanti:
Francavilla di Sicilia sprint intermedio: dalle 12:55 alle 13:05
Passaggio Portella Mandrazzi: dalle 13:45 alle 14:00
Sprint intermedio Villafranca Tirrena: dalle 15:00 alle 15:25

arrivo / arrivo Tappa 5 Tappa 5 Giro d'Italia 2022


preferiti

Caleb Ewan ai nostri occhi è ancora una volta il grande favorito per la vittoria allo sprint del gruppo, che molto probabilmente avrà luogo il quinto giorno. Il veloce australiano ha deluso leggermente con un ottavo posto nella prima occasione per i velocisti nella terza tappa, ma Ewan ha dovuto fare molta strada. All’inizio della sua volata, il corridore del Lotto Soudal non era tra i primi venti corridori. In altre parole, Ewan ha fatto un buon sprint, ma era in una brutta posizione.

Ewan ha tagliato il traguardo 169° (su 173) nella tappa per l’Etna – foto: Cor Vos

Il più grande contendente per la vittoria di Ewan è senza dubbio Marc Cavendish† Il corridore Quick-Step-Alpha Vinyl ha vinto la terza tappa del Giro d’Italia. Il modo in cui era così bello. Il britannico ha iniziato il suo sprint a buona distanza, riuscendo a tenerlo fermo. Ma mettiamo comunque Ewan un gradino più in alto, dal momento che Cavendish digerisce le montagne italiane meno bene del suo concorrente. Inoltre, abbiamo visto stallare il campione del mondo 2011 all’inizio della difficile quarta tappa e, circondato dai compagni di squadra, è entrato nell’ultimo girone dell’Etna.

Arnaud Demare ha ottenuto un ottimo secondo posto nella terza fase. Il francese parte bene, ma non si avvicina molto a Cavendish. Il suo secondo posto qui al Giro e diversi piazzamenti tra i primi 10 all’inizio della stagione dimostrano che il pilota Groupama-FDJ non ha bisogno di molto per rivendicare questa prima vittoria dell’anno. Impiega quasi l’intero equipaggio; questo può essere un vantaggio dopo la salita di Portella Mandrazzi.

Vincere in questa stagione è possibile Fernando Gaviria Il colombiano ha vinto due tappe del Tour of Oman, anche grazie al suo leader Maximiliano Richeze, presente anche in questo Giro d’Italia. Nella prima occasione per i velocisti Gaviria c’è subito. Il pilota degli Emirati Arabi Uniti ha accompagnato a lungo il vincitore Cavendish, ma alla fine ha dovuto cedere. Inoltre Gaviria si arrampica abbastanza bene per essere un velocista.

foto: Cor Vos

Giacomo Nizolo è forse uno dei piloti più attesi dalla terza tappa. Il 33enne italiano si è dovuto accontentare dell’undicesimo posto. Il corridore Israel-Premier Tech ha perso molte posizioni, soprattutto negli ultimi cento metri. Un altro che abbiamo visto finire più in alto è Phil Bauhaus. Decimo posto il tedesco Victorious del Bahrain.

Una piacevole sorpresa durante lo sprint di sabato scorso è stata Binam Girmay† L’eritreo di Intermarché-Wanty-Gobert ha lanciato la sua moto al quarto posto. C’era forse anche di più per Girmay, perché negli ultimi duecento metri non poteva andare in nessuna delle due direzioni. Davanti a lui c’era Cavendish, alla sua sinistra Gaviria e alla sua destra Demare. Non sapremo mai, tuttavia, se Girmay potrebbe davvero farcela. Lo terremo d’occhio mercoledì, perché in salita è una classe sopra tutti i velocisti puri.

Un altro pilota che ha preso un bel posto d’onore è Simone Consonni. L’italiano è arrivato settimo allo sprint del gruppo nella terza giornata del Giro d’Italia. Il pilota Cofidis non è riuscito ad alzare le mani quest’anno, ma ci è stato vicino alcune volte. Il suo settimo posto nella gara di ritorno è stato anche il suo sesto top 10 della stagione. Anche Phil Bauhaus è tra i favoriti per la vittoria. Il pilota tedesco del Bahrain Victorious ha vinto quest’anno l’ultima tappa della Tirreno-Adriatico ed è già rientrato più volte tra i primi 7. Nello sprint del Giro, però, non è andato oltre il decimo posto.

Girmay ha mostrato le sue gambe veloci anche nella prima tappa del Giro – foto: Cor Vos

Ci sono tanti italiani veloci al Giro. Aspettiamo anche noi Alberto Dainese† L’uomo veloce del Team DSM, che ha anche l’olandese Cees Bol tra le sue fila, sarà anche lo sprinter della sua squadra nella quinta tappa. Con un nono posto nella terza tappa, Dainese ha iniziato bene il Grand Tour nel suo paese d’origine.

Non cercare Jakub Mareczko mercoledì. Il velocista Alpecin-Fenix ​​è smontato nella tappa arrivata all’Etna. L’italiano è partito presto. Questo ovviamente significa questo Mathieu van der Poel può tentare la fortuna negli sprint del gruppo, se lo desidera. Il suo vantaggio per il compagno di squadra Mareczko potrebbe non essere stato così buono sabato scorso, ma può fare uno sprint. Curioso di sapere cosa può fare contro i corridori più veloci del mondo, soprattutto se dopo la salita è rimasto un campo più piccolo. Un motivo per cui Alpecin-Fenix ​​continua a girare?

Prendiamo anche in considerazione Edoardo Theuns. Il corridore belga ha ottenuto un solido sesto posto nello sprint del gruppo il terzo giorno. Nelle sue stesse parole, Theuns ha anche ricevuto una grande spinta da Démare, che secondo lui non ha certamente giovato al suo sprint. Il Trek-Segafredo di Ghent ha le gambe veloci, ma è stato anche in grado di sopravvivere a una corsa difficile. Lo scriviamo.

Van der Poel mercoledì non indosserà più la maglia rosa – foto: Cor Vos

Infine, c’è anche un altro scenario. Lungo il percorso, come accennato in precedenza, i corridori devono salire la Portella Mandrazzi (20 chilometri al 4%). La cima di questa salita è a 100 chilometri dal traguardo. È quindi possibile che i pugili qui mettano in vantaggio le loro squadre, per liberare i velocisti puri.

I velocisti verranno sicuramente rilasciati, ma resta la domanda se le squadre riusciranno a mantenere il vantaggio a 100 chilometri dalla fine. Se è così, per favore scrivi Magnus Cort su. L’EF Education-EasyPost Dane è uno degli uomini più veloci del gruppo dopo un percorso duro ed estenuante.

Oltre ai favoriti, abbiamo anche un folto gruppo di sfavoriti. In questo gruppo ci sono ben cinque italiani veloci con Filippo Fiorelli, Vincenzo Albanese, Davide Cimolai, Andrea Vendrame e Sacha Modolo. Inoltre, anche il belga Lawrence Naesen e l’eritreo Natnael Tesfatsion possono sfruttare una bella top 10. E che dire di Vincenzo Nibali? Vedremo qualcosa Squalo messinese nel ‘suo’ stadio?


Preferiti secondo WielerFlits
**** Caleb Ewan
*** Mark Cavendish, Arnaud Demare
** Fernando Gaviria, Biniam Girmay, Mathieu van der Poel
* Giacomo Nizzolo, Magnus Cort, Edward Theuns, Alberto Dainese

Giro 2022: Elenco dei partecipanti


Meteo e TV

Pedalare in Sicilia è molto piacevole per i ciclisti, secondo Weeronline. Il sole splenderà tutto il giorno anche mercoledì, con temperature di 22-24 gradi, quindi in bici fa caldo. Inoltre, non è prevista pioggia e probabilmente neanche il vento avrà un ruolo. È previsto solo un vento moderato da nord-est.

I diritti per trasmettere il Giro d’Italia nei Paesi Bassi e nelle Fiandre sono nelle mani di Eurosport† Le tappe del girone italiano possono essere seguite tutti i giorni dall’inizio alla fine Eurosport 1 o attraverso Giocatore dell’Eurosport


Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.