DXC vende la business unit sanitaria al gruppo italiano Dedalus

DXC Technology ha annunciato un accordo definitivo per vendere il fornitore di software sanitario di DXC al gruppo privato Dedalus per 525 milioni di dollari in contanti.

L’accordo unisce l’attività di software sanitario di DXC con Dedalus, un’azienda europea di software diagnostico e sanitario, per creare una forza globale ancora più forte nelle aree dell’informatica clinica dei sistemi informativi ospedalieri (SIH), dell’assistenza primaria e sociale, dell’assistenza integrata e della diagnostica. La società risultante sarà in grado di accelerare la trasformazione digitale dell’attività clinica e quindi l’efficienza dei sistemi sanitari, ha affermato DXC.

La società di software sanitari di DXC è un attore sanitario. Tra le innovazioni c’è una piattaforma sanitaria digitale aperta che aiuta a migliorare i risultati sanitari fornendo approfondimenti contestuali e attuabili nell’intero ecosistema sanitario.

“La vendita del nostro software sanitario a Dedalus fa parte della nostra strategia per concentrarci sullo stack tecnologico aziendale e ottimizzare il nostro portafoglio. La transazione promette di essere vantaggiosa per tutti i nostri principali stakeholder, inclusi i nostri clienti e il nostro personale”, ha affermato Mike Salvino, Presidente e CEO di DXC Technology.

“L’aggiunta delle soluzioni software sanitarie di DXC accelererà le nostre iniziative di crescita lanciate tre anni fa e andrà a beneficio degli oltre 3 milioni di professionisti sanitari che utilizzano la nostra tecnologia per curare più di 200 milioni di pazienti ogni anno”, ha affermato Giorgio Moretti, Presidente Esecutivo di Dedalus Group. .

La transazione è stata approvata dal Consiglio di amministrazione di DXC e dovrebbe concludersi nel marzo 2021, subordinatamente alle consuete condizioni di chiusura e al ricevimento di alcune approvazioni di terze parti e normative. La vendita non è soggetta a condizioni di finanziamento o approvazione degli azionisti.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.