Dramma nelle Alpi italiane: morti di freddo due alpinisti (28 e 29 anni) | All’estero

I morti sono Martina Sviluppo (29) del paese montano di Crevoladossola e Paola Viscardi (28) della vicina Trontano. Il loro compagno di cordata Valerio Zonna (27) di Pettenasco è ricoverato in ospedale in Svizzera per un grave congelamento. Le sue condizioni non sono preoccupanti, ha riferito l’agenzia di stampa italiana Ansa.

I tre sono partiti sabato mattina per la salita della piramide di Vincent. Poco dopo aver raggiunto la vetta, nel pomeriggio, è scoppiato un temporale. I tre erano a un’altitudine di 4150 metri in quel momento. A causa di raffiche di vento di 80 km/h, la temperatura percepita è scesa intorno ai -15 gradi. Non riuscendo a scendere ulteriormente, il trio dà l’avviso. Un elicottero del Soccorso alpino valdostano li ha localizzati ma non è riuscito a raggiungerli. I soccorritori sono poi partiti a piedi dal rifugio Mantova a 3.498 metri sul livello del mare dove si trovavano gli alpinisti.

Pochi minuti dopo l’arrivo dei soccorritori in montagna, intorno alle 21, una delle donne è morta di grave ipotermia. L’altra alpinista è stata trasferita al rifugio Mantova con gli stessi sintomi, ma un medico non è riuscito a rianimarla. Il loro compagno di scalata ipotermico è stato trasportato in Svizzera da un elicottero dell’Air Zermatt con sintomi di congelamento.

Vegliantino Trevisani

"Analista. Esperto di alcolici. Orgoglioso appassionato di Internet. Lettore incredibilmente umile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.